Home

lelagain.jpg
X-35
Dai team - Tra Millevele, quelle rosa

IMG_3087Spiccano quelle rosa tra le Millevele di Genova e la colonna sonora è niente di meno che di Fossati. Podio sfiorato per le nostre amazzoni nell'affollata regata
Cronistoria di Licia Bologna

'Chi guarda Genova, sappia che Genova si vede solo dal mare'
Il sabato della regata Millevele organizzata dallo Yacht Club Italiano di Genova il vento c’è, nonostante le previsioni di calma piatta, ed è uno scirocchetto sui 10kn.
Le nuvolette grigie appesantiscono l’aria calda e umida: “macaia, scimmia di luce e di follia, foschia, pesci, Africa, sonno, nausea, fantasia”(²)...
Le VeleRosa si mettono al lavoro in banchina e poi via, mollati gli ormeggi, in mare.
La partenza non è delle migliori, ma la bolina è spettacolare.
La scelta tattica di virare e percorrere il bordo fuori costa risulta azzeccata e le diavolesse guadagnano posizioni.
Manovre impeccabili e conduzioni di spi senza sbavature disegnano una divertentissima poppa che fa volare Ready X Sea, l’X35 della flotta BlueProject.
L’eccellente regata non consentirà il recupero degli avversari più temibili, le VeleRosa sfiorano il podio, non salendo per un soffio.
Rimane la gioia di aver lottato insieme, l’emozione di una partenza in un mare di barche, la magia di regatare davanti agli eleganti palazzi genovesi lasciandosi alle spalle mille palloncini colorati, pieni di vento.
“Se ti inoltrerai lungo le calate dei vecchi moli, in quell'aria spessa carica di sale, gonfia di odori”(³) c’è l’incantesimo di questa città che sa di mare, c’è la notte nel carrugio trascorsa a brindare e a parlare di avventure passate e future.
Le VeleRosa stanno già pensando con trepidazione ai Mondiali X35 di agosto a Scarlino, ma nell’attesa si danno appuntamento a Gravedona dal 22 al 24 luglio, per il Campionato Nazionale dei divertentissimi H22.


Ultimo aggiornamento Mercoledì 29 Giugno 2016 16:42
 
Dolcenera campione d'Italia

Dolcenera sul tetto d'Italia
Il team del duo Bisti-Lallai la spunta su Spirit of Nerina che conclude sul secondo gradino del podio davanti a Linux

Punta Ala – L’equipaggio di Giuseppe Lallai e Fabio Bisti a bordo di Dolcenera ha firmato la vittoria del Campionato Nazionale X-35 disputato quest’anno nell’ambito del Trofeo Gavitello d’Argento. Runner up è Spirit of Nerina di  Paolo Sena con l’Alessandria Sailing Team, protagonista sin dalle primissime battute di un serrato duello coi toscani di Dolcenera. Terzo posto per Linux di Andrea Palleschi, mentre finisce quarto ai piedi del podio l’equipaggio tutto al femminile delle Vele Rosa con Giovanni Bonzio in cabina di regia su Be Blue II. Tre belle giornate di regate a bastone e offshore hanno caratterizzato l’edizione 2016 della lotta per il tricolore che anticipa di qualche mese la kermesse iridata in programma proprio nel Golfo di Follonica.
Dopo un esordio caratterizzato da vento rafficato che ha raggiunto i 22 nodi di intensità mettendo a dura prova la flotta impegnata tra le boe, la seconda giornata ha visto le piccole danesi cimentarsi con la costiera caratterizzata durante la quale le Vele Rosa hanno stracciato lo spinnaker e Spirit of Nerina rotto una drizza. ‘C’è stata una spettacolare manovra in acqua – racconta Paolo Sena -  lo spinnaker sparato dalla testa d’albero dal prodiere all’arrivo’. Nella giornata conclusiva infine, il quadro meteo ha riservato agli equipaggi in lizza per il tricolore vento leggero appena sufficiente a completare due prove di cui l’ultima con percorso accorciato per decisione del Comitato di Regata.
Come anticipato, il prossimo appuntamento con gli X-35 sarà ancora una volta nel Golfo di Follonica, ma a Scarlino, dove dal 28 agosto al 3 settembre verrà disputato il Campionato Mondiale X-35 che nelle ultime settimane continua a ricevere adesioni, in particolare dagli equipaggi nord europei. 

L'equipaggio di Dolcenera vincitore del titolo italiano era formato da Giovanni Segnini al timoniere, Stefano Meciani alla tattica, Giuseppe Lallai randista, Stefano Barbi e Alessandra Petri tailer, Sergio Giuseppini alle drizze, Fabio Bisti e Iacopo Gisueppini rispettivamente prodiere e aiuto prodiere. 









Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Maggio 2016 10:32
 
Gavitello d'Argento a squadre al via

dParte oggi il Gavitello d'Argento a squadre, schierato in acqua l'X-Team composto da Dolcenera, Spirit of Nerina e Vele Rosa su Be Blue II corre sotto il guidone del Club Nautico Follonica, Linux con il Circolo della Vela Erix
36 barche per dodici squadre impegnate da oggi a domenica in regate a bastone e offshore per la terza edizione della kermesse firmata Yacht Club Punta Ala, valido warm up per le piccole danesi del cantiere X-Yachts che si preparano ad affrontare nel golfo di Follonica i Worlds di classe

Punta Ala -Affilano le prue gli X-35 nelle acque del Golfo di Follonica per il Gavitello d’Argento-Yacht Club Challenge Trophy Bruno Calandriello, la competizione per squadre di circolo organizzata dallo Yacht Club Punta Ala che da oggi a domenica si articolerà su prove a bastone e una offshore race.
Trentasei barche e dodici squadre per la terza edizione della kermesse che quest’anno vede schierato in acqua l’X-Team formato da Dolcenera del duo Fabio Bisti-Giuseppe Lallai, Spirit of Nerina di Paolo Sena a capo dell’Alessandria Sailing Team e  le Vele Rosa su Be Blue II. L’unica squadra monotipo in lizza corre sotto il guidone del Club Nautico Follonica, mentre Linux di Andrea Palleschi corre per il Circolo della Vela Erix.
Meteo permettendo, si annuncia spettacolare la tre giorni di regate anche per la presenza di barche e Club particolarmente agguerriti cui le piccole svedesi firmate X-Yachts promettono di dare del filo da torcere. Tra gli altri lo Yacht Club Costa Smeralda che in acqua schiera Ulika (Swan 45), Mela (Swan 42) e Tetis (Swan 45) e lo Yacht Club parma con WB 5 (X-41), Giumat +2 (IMX 45) e Stella (Sidney 46 ), vincitori delle prime due edizioni della manifestazione.
Ma per gli X-35, quest’anno il gavitello d’Argento a squadre rappresenta anche un buon banco di prova per allenarsi in vista dei Worlds di classe che si disputeranno proprio nel golfo di Follonica (Scarlino, 28 agosto - 3 settembre) e che al momento stanno contiuando a raccogliere adesioni dai team italiani e del Nord Europa ormai consolidati all’interno della classe internazionale, sia dalle nuove leve che, dalle regate a compenso, sono approdati alle fila della monotipia, per l'Italia rappresentati tra gli altri da ImXtinente di Adelio Frixione e X-Sita di Trino Barnabò.








Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Maggio 2016 07:53
 
Dai team - Le VeleRosa colorano il Campionato Invernale del Tigullio

IMG_1208Onda su onda - Cronistoria en rose dell'ultimo week di regate al Campionato Invernale del Tigullio
di Licia Bologna

Ci siamo, è sabato 30 gennaio è giunto il momento della prima regata dell’anno per le VeleRosa. Arrivano alla spicciolata a Chiavari, con un bel vento che, sempre e testardamente, da sud spinge nuvoloni neri minacciosi e ondoni che frangono sulla scogliera della diga foranea del porto.

Le velette si ritrovano in 7 ad affrontare gli altri equipaggi con ben 200kg in meno rispetto a quanto previsto dalla classe X35 (640kg), senza le randiste e con ruoli da riorganizzare completamente.
“Signore che lo spettacolo abbia inizio, oggi s’improvvisa.”
Le ragazze del mare non si scoraggiano, con la solita ironia e voglia di divertirsi iniziano a preparare la barca, piove ma non fa nulla… Si va in mare.
Le condizioni sono provanti, con vento a 15kn ReadyXSea, di BlueProject, è indomabile da un equipaggio così leggero (a volte pesare poco può non essere affatto positivo, anche se si parla di donne…), le grandi onde incrociate schiaffeggiano lo scafo e le raffiche fanno sdraiare l’X35.
Mentre piove acqua dolce dal cielo e secchiate di acqua salata dal mare, le fanciulle ce la mettono tutta per schiacciare ed appiattire la barca, chiamare raffiche e onde.
Le manovre sono studiate e preparate con anticipo, soprattutto le ammainate di spi, le poche braccia vengono sfruttate al massimo grazie alla buona conduzione e al coordinamento degno di un box di Formula 1.
Al terzo giro le marinaie sono stanchine e accolgono con grande entusiasmo l’annuncio della fine delle competizioni della giornata.
Missione compiuta per le VeleRosa, sono riuscite a difendere il secondo posto.
La domenica le regate sono annullate a causa di una meravigliosa - ovviamente se vista dalla banchina… - mareggiata con onde di 2 metri.
Le furie rosa chiudono definitivamente il fine settimana a 3 punti dal primo classificato, i bravi “cugini” dell’XP33, XBlueOne.
 
Ci sarà del thrilling al prossimo appuntamento del 13 e 14 Febbraio, daje VeleRosa, si tifa per voi e intanto…

Alla prossima!
“Stay tuned, stai con le VeleRosa!!!”








Ultimo aggiornamento Lunedì 01 Febbraio 2016 20:09
 
Dai team - Campionato Invernale Tigullio

Campionato Invernale Tigullio - Le Vele Rosa 'sfilano' gli avversari 
IMG_0203

Buona la prima per le VeleRosa che ci raccontano l'esordio campionato invernale Tigullio. Di Licia Bologna

La collezione autunno / inverno delle VeleRosa 

E’ sabato 14 novembre, un giorno di tristezza, che segue una notte di angoscia e di orrore, il Comitato di Regata sceglie di far scendere in acqua le barche, perché la vita e la libertà prevalgano sulla paura, una sorta di esortazione a non chiudersi in casa, ma andare avanti senza cedere al ricatto del terrorismo: #JeSuisEnTerrasse! 

Inizia così il Campionato Autunnale del Tigullio, le VeleRosa tornano a Lavagna dopo una pausa di un paio di mesi. Le ragazze del mare si trovano in banchina e si preparano ad una nuova avventura.

Il cavallo da domare è ReadyXSea, l’X35 della flotta di BlueProject.L’aria fredda della mattina viene riscaldata dai raggi del sole, a mezzogiorno sul campo di regata c’è un vento leggero da sud che non arriva a 10kn.La formazione prevede Bea al timone, Anto alla randa, Gatta alle drizze, Gagna e Licia a prua, Franceschina e Vale in pozzetto, Chiarossa e Pischi tailer e Sere alla tattica.

Partenza spettacolare per le velette seguita da una bolina in assetto perfetto che le porta a girare prime la boa, la concentrazione è elevata per tutta la prova che richiede grande cura di tutti i dettagli, dai pesi alle posizioni alla regolazione continua delle vele.Dopo una riduzione di percorso, eccole che tagliano il traguardo terze overall dopo Capitani Coraggiosi (X41) e Smigol (J122), realizzando un secondo posto in classifica degno di un’annaffiata di prosecco al barettino dello Yacht Club di Lavagna. La partenza della regata della domenica è fissata alle nove, l’aria è fresca, il cielo è coperto, c’è vento da nord, una termichetta in calo di meno di 10kn che tende ad intensificare man mano che ci si avvicina a terra in bolina e a diminuire verso la boa di poppa. Le condizioni permettono di completare una prova, le VeleRosa mantengono il controllo degli avversari riuscendo a tagliare il traguardo dopo Capitani Coraggiosi (X41) e Low Noise II (Italia 9.98F) e Amelie (Dufour 414) al “fotofinish”. 

Nell’attesa di una nuova partenza, le donne del mare ridono e scherzano, felici di essere ancora una volta a giocare nel vento tutte insieme.L’anemometro del Comitato è sconsolante, no wind no race. A terra una deliziosa sorpresa attende le VeleRosa, la classifica le trova al primo posto insieme a X Blue One (XP33). Il Campionato è ancora lungo e tutto può succedere, intanto però le velette assaporano il primo posto, in attesa delle prossime sfide.

Appuntamento al 28-29 Novembre a Lavagna. Sicuramente, ne vedremo delle belle…
(L.B.) 






Ultimo aggiornamento Martedì 17 Novembre 2015 13:54
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 24